martedì 19 agosto 2008

Anticlericalismo biblico

Le mie posizioni fortemente anticlericali continuano ad appassionare il nostro buon amico Matteo. Infatti, proprio oggi, aprendo la mia casella di posta trovo addirittura una sua mail che dice così:


"Carissimo Anima Blu, non so che conoscenza della Bibbia tu abbia... Ma c'è una parte di questo immenso testo che potrebbe proprio interessarti: è il Capitolo 34 del profeta Ezechiele, intitolato "requisitoria contro i pastori d'Israele", ovvero contro i sacerdoti, i profeti di corte, ecc. Diciamo che tu, il buon Dio e il profeta Ezechiele siete molto in linea... :-) ... anche se le conclusioni sono un po' diverse... PACE E BENE, Matteo "


"I pastori di Israele"

1 Mi fu rivolta questa parola del Signore: 2 “Figlio dell’uomo, profetizza contro i pastori d’Israele, predici e riferisci ai pastori: Dice il Signore Dio: Guai ai pastori d’Israele, che pascono se stessi! I pastori non dovrebbero forse pascere il gregge? 3 Vi nutrite di latte, vi rivestite di lana, ammazzate le pecore più grasse, ma non pascolate il gregge. 4 Non avete reso la forza alle pecore deboli, non avete curato le inferme, non avete fasciato quelle ferite, non avete riportato le disperse. Non siete andati in cerca delle smarrite, ma le avete guidate con crudeltà e violenza. 5 Per colpa del pastore si sono disperse e son preda di tutte le bestie selvatiche: sono sbandate. 6 Vanno errando tutte le mie pecore in tutto il paese e nessuno va in cerca di loro e se ne cura. 7 Perciò, pastori, ascoltate la parola del Signore: 8 Com’è vero ch’io vivo, - parla il Signore Dio - poiché il mio gregge è diventato una preda e le mie pecore il pasto d’ogni bestia selvatica per colpa del pastore e poiché i miei pastori non sono andati in cerca del mio gregge - hanno pasciuto se stessi senza aver cura del mio gregge - 9 udite quindi, pastori, la parola del Signore: 10 Dice il Signore Dio: Eccomi contro i pastori: chiederò loro conto del mio gregge e non li lascerò più pascolare il mio gregge, così i pastori non pasceranno più se stessi, ma strapperò loro di bocca le mie pecore e non saranno più il loro pasto. 11 Perché dice il Signore Dio: Ecco, io stesso cercherò le mie pecore e ne avrò cura. 12 Come un pastore passa in rassegna il suo gregge quando si trova in mezzo alle sue pecore che erano state disperse, così io passerò in rassegna le mie pecore e le radunerò da tutti i luoghi dove erano disperse nei giorni nuvolosi e di caligine. 13 Le ritirerò dai popoli e le radunerò da tutte le regioni. Le ricondurrò nella loro terra e le farò pascolare sui monti d’Israele, nelle valli e in tutte le praterie della regione. 14 Le condurrò in ottime pasture e il loro ovile sarà sui monti alti d’Israele; là riposeranno in un buon ovile e avranno rigogliosi pascoli sui monti d’Israele. 15 Io stesso condurrò le mie pecore al pascolo e io le farò riposare. Oracolo del Signore Dio. 16 Andrò in cerca della pecora perduta e ricondurrò all’ovile quella smarrita; fascerò quella ferita e curerò quella malata, avrò cura della grassa e della forte; le pascerò con giustizia.
17 A te, mio gregge, dice il Signore Dio: Ecco, io giudicherò fra pecora e pecora, fra montoni e capri. 18 Non vi basta pascolare in buone pasture, volete calpestare con i piedi il resto della vostra pastura; non vi basta bere acqua chiara, volete intorbidare con i piedi quella che resta. 19 Le mie pecore devono brucare ciò che i vostri piedi hanno calpestato e bere ciò che i vostri piedi hanno intorbidato. 20 Perciò dice il Signore Dio a loro riguardo: Ecco, io giudicherò fra pecora grassa e pecora magra. 21 Poiché voi avete spinto con il fianco e con le spalle e cozzato con le corna le più deboli fino a cacciarle e disperderle, 22 io salverò le mie pecore e non saranno più oggetto di preda: farò giustizia fra pecora e pecora.
23 Susciterò per loro un pastore che le pascerà, Davide mio servo. Egli le condurrà al pascolo, sarà il loro pastore; 24 io, il Signore, sarò il loro Dio e Davide mio servo sarà principe in mezzo a loro: io, il Signore, ho parlato. 25 Stringerò con esse un’alleanza di pace e farò sparire dal paese le bestie nocive, cosicché potranno dimorare tranquille anche nel deserto e riposare nelle selve.
26 Farò di loro e delle regioni attorno al mio colle una benedizione: manderò la pioggia a tempo opportuno e sarà pioggia di benedizione. 27 Gli alberi del campo daranno i loro frutti e la terra i suoi prodotti; essi abiteranno in piena sicurezza nella loro terra. Sapranno che io sono il Signore, quando avrò spezzato le spranghe del loro giogo e li avrò liberati dalle mani di coloro che li tiranneggiano. 28 Non saranno più preda delle genti, né li divoreranno le fiere selvatiche, ma saranno al sicuro e nessuno li spaventerà.
29 Farò germogliare per loro una florida vegetazione; non saranno più consumati dalla fame nel paese e non soffriranno più il disprezzo delle genti. 30 Sapranno che io, il Signore, sono il loro Dio e loro, la gente d’Israele, sono il mio popolo. Parola del Signore Dio.
31 Voi, mie pecore, siete il gregge del mio pascolo e io sono il vostro Dio”. Oracolo del Signore Dio."


Bhè, che dire.. Sono felicissimo! Per due motivi.. Il primo: Matteo, che all'inizio di questo nostro dialogo, mi "accusava" di voler "svergognare la Chiesa" e di spacciare per "pensiero di Dio" altri pensieri un pò cattocomunisti adesso addirittura trova testi biblici che danno "sostegno" alle mie "teorie" (seppure, com'è giusto che sia, rimarrà convinto delle sue posizioni significa che almeno riconosce esserci un fondo di verità più o meno grande in ciò che dico). Ed il secondo motivo è proprio questo... Come dice lo stesso Matteo, pare che io, il Buon Dio e il Profeta Ezechiele siamo molto in linea! Cacchio! Essere in linea con 2 pezzi da novanta come il Buon Dio e il Profeta Ezechiele non è cosa da tutti i giorni... Ti ringrazio, caro Matteo. Ammetto di non avere molta conoscenza della Bibbia, e quindi questo Capitolo che mi hai inviato non mi era noto. Anche se, sapendo un pò della vita di Gesù, non mi era difficile pensare che i sacerdoti e i profeti di corte gli potessero stare un pò sulle balle. Alla fin fine, chi è stato ad inchiodarlo ad una croce? Credo che Dio, se esiste davvero e ogni tanto guarda qui giù sulla Terra, vedendo (come dice bene il pezzo sopra) come si è ridotto male il suo "gregge" un pò s'incazzerebbe anche con i pastori che ha scelto per guidare noi "pecorelle" (sempre con il beneficio del dubbio se li abbia scelti davvero tutti lui...). I pastori d'Israele pascono se stessi, ammazzano le pecore grasse e abbandonano le magre e ferite. Questa frase riassume bene, a mio avviso, la mancanza del concetto più importante di tutti: il concetto di GIUSTIZIA. In quella frase non c'è GIUSTIZIA! Infatti, poi, Dio aggiunge: le pascerò con GIUSTIZIA, farò GIUSTIZIA fra pecora e pecora. Sicuramente uno dei tanti compiti che la Chiesa aveva era di essere portatrice di GIUSTIZIA nel Mondo. Il discorso è talmente ampio e complesso che ci si potrebbe scrivere un libro, perchè tocca molteplici aspetti. Fermiamoci a ciò che abbiamo di fronte agli occhi: metà del gregge (quello che sta al Nord del Mondo) è grasso, talmente grasso che è malato e muore. L'altrà metà (che sta a Sud) è magro, talmente magro che è malato e muore anch'esso. E' evidente che metà del gregge ha prevaricato l'altra metà, portandogli via il nutrimento. Un buon pastore, in questa situazione, s'imporrebbe con Forza per far sì che la situazione non continui identica. Imporsi con Forza significa sopratutto dare il buon Esempio (svuotare, ad esempio, i tesori Vaticani... Sciogliere lo Stato del Vaticano con annesse e connesse banche poco trasparenti... Svuotare gli Istituti per dare il Via a nuovi tipi di Comunità basati su regole opposte a quelle del Capitalismo). Invece il pastore Chiesa, purtroppo, non fa altro che ingrassare sempre di più lui... Ed intanto che fa questo, ipocrita, implora la metà del gregge grasso affinchè lasci qualche filo d'erba ai fratelli più magri (carità pelosa). Nel frattempo, "consola" il gregge magro dicendogli che sarà poi Dio a fare giustizia e a donargli giardini rigogliosi per l'Eternità. Specifico, non è mai troppo, che parlo sempre di Chiesa intesa come struttura e non singoli uomini. Sarebbe un'offesa a persone come Madre Teresa o Don Zeno che hanno speso tutta la loro Vita per portare un pò di GIUSTIZIA nel Mondo. Don Zeno, in particolare, ha fatto un ragionamento che mi ha molto colpito... Diceva: "Il Mondo è diviso in due mucchi, c'è il mucchio dei ricchi e il mucchio dei poveri. O stai da una parte o stai dall'altra". Matteo dice che le conclusioni mie e del Buon Dio e del Profeta Ezechiele sono diverse. Io non so quali siano le conclusioni, non so nemmeno se ci siano delle conclusioni in questo caso. Le uniche conclusioni che vedo sono che, entrambi i greggi, opposti in tutto fra loro hanno un'unica cosa in comune... Alla fine muoiono. Anima Blu

2 commenti:

david santos ha detto...

Ciao Anima, come và? Spero tutto bene per te. Buon lavoro. Un abbraccio e un buon fine settimana.

aki ha detto...

ciao Animablu! sono passata a salutarti...in attesa del prossimo post da commentare..:-)!se hai contatti messenger, skype, facebook, ecc...potremmo tenerci in contatto anche prima del tuo prossimo post!baci, mary